Benvenuti nell''azienda Cordas e Cannas

La lumaca in gastronomia

Presso l'azienda è possibile acquistarle al prezzo di € 12,00 al Kg, contattate Enrico 344 2316216 per farvi preparare il prodotto.

Alcuni dettagli sull'allevamento delle Helix Aspersa Muller,

L’azienda Cordas e Cannas si è premessa di estendere con l’elicicoltura la gamma dei prodotti tipici della cucina sarda con l’introduzione di un piatto tipico lumache alla gavoese per il quale non vi anticipiamo la ricetta.
Il mese di giugno sarà sicuramente il mese della prima sagra della lumaca che si terrà nella nostra azienda.
Il prodotto che andiamo a coltivare trova inoltre collocamento sul mercato e non da meno del primo nei settori alimentari, farmaceutici e cosmetici.

1) Disponibilità del terreno e recinzione perimetrale.
L’elicicoltura rientra tra le produzioni agricole vere e proprie e quindi gestito da una azienda o persona fisica iscritta alla Camera di Commercio con partita IVA agricola.
La nostra azienda dispone di 40.000 mq di terreno agricolo e di una risorsa idrica non indifferente grazie ad un pozzo artesiano alla profondità di 64 metri che mette a disposizione tramite pompa sommersa da 15cv 360litri di acqua al minuto per tutto l’anno.
Al momento solamente 5000 mq di terreno verranno utilizzati per avviare l’elicicoltura.
La recinzione perimetrale dell’allevamento, eseguita con moduli di lamiera zincata liscia con altezza 1metro , viene interrata per circa 30cm. Questo sistema di recinzione ha la funzione di limitare il più possibile l’ingresso dei predatori.

2) Costruzione dei recinti all’interno dell’allevamento.
Il recinto è quella superficie dove opportunamente lavorato e seminato ospita i riproduttori, dove avviene l’accoppiamento , la deposizione delle uova, la schiusa e la crescita delle chiocciole.
Il perimetro del recinto viene delimitato con paletti di legno , lunghezza 45metri, larghezza 3,5metri , utilizziamo una rete professionale HDPE, 100% polietilene di colore nero,trattata chimicamente per i danni che può causare la bava sul materiale, stabilizzazione dei raggi ultravioletti del sole ed alle temperature fino a 20 gradi sotto lo zero. Tali reti sono di lunghezza di 100 metri, larghezza 1 metro, provviste di una balza superiore e di cordino di sostegno.
Quattro pali grandi sono agli angoli del recinto da sostegno del tiro dei cordini mentre altri paletti vengono intervallati a circa 3 metri per sorreggere la rete. Distendere la rete, metterla in tiro, fissarla ai paletti ed avere cura di interrarla per circa 10 cm con apposito solco che abbiamo preventivamente fatto prima.
Studiamo la posizione, l’orientamento ed in base alla dimensione del recinto ( metri 45x3,5) abbiamo deciso di costruire 15 recinti paralleli fra loro e distanti 80cm l’uno dall’altro lasciando opportunamente spazio per il movimento alle macchine agricole.

3) Preparazione del terreno e semina.
Da marzo ad aprile preparazione e semina del terreno, pulizia accurata del terreno , aratura e fresatura dell’appezzamento. Concimazione dei recinti con concime inorganico azotato. Semina con monocoltura usando bietola da taglio e bietola a coste larghe miscelata al 50% a spaglio. Dopo la semina procediamo con l’irrigazione per facilitare la crescita delle piante.

4) Impianto di irrigazione.
In alto ed al centro di ogni recinto disponiamo un tubo di polietilene con relativi nebulizzatori messi alla distanza di due metri circa l’uno dall’altro. La quantità di acqua da usare lo scopriremo in base al drenaggio e all’assorbimento del terreno l’importante è mantenere il terreno sempre umido, mai secco, mai allagato.

5 )Riproduttori Helix Aspersa Muller.
Nel mese di maggio, quando la coltura e la vegetazione ha raggiunto 10/15 cm di altezza siamo pronti per introdurre i riproduttori. I riproduttori devono essere soggetti selezionati,bordati, calibrati , adulti che garantiscono la massima resa in fatto di produzione.
Vanno introdotti dai 15 ai 18 soggetti riproduttori per mq che rapportato in Kg significano 32 Kg per recinto standard.
Una volta introdotte le fattrici, dopo un breve periodo di ambientamento iniziano ad accoppiarsi.
La chiocciola è un animale ermafrodita insufficiente quindi possiede sia l’apparato genitale maschile che femminile ma ha bisogno di accoppiarsi per fecondarsi.
Dall’accoppiamento, dopo circa 20/25 giorni c’è la deposizione delle uova e dopo altri 20 giorni circa c’è la schiusa. Dopo la nascita e trascorso qualche breve periodo nel nido cibandosi dell’involucro dell’uovo ed a volte delle uova non schiuse, escono all’aperto e cominciano la loro vita. La chiocciolina nel primo mese di vita quadruplica il suo peso andando pi a raddoppiarlo nei due mesi successivi. Questa è una la fase importantissima per la crescita delle lumache e quindi è fondamentale l’integrazione della alimentazione.

6) L’alimentazione supplementare.
Le chioccioline appena nate hanno bisogno di una alimentazione integrativa, i vegetali verdi come girasoli,carote, lattughe , zucchine , melanzane e comunque vegetali di stagione ma anche pane bagnato e frutta sono i principali.
Una volta alla settimana è bene somministrare a base integrativa degli sfarinati a base di cereali e calcio, scopo principale è quello di ottenere maggior peso e robustezza della conchiglia nel più breve tempo possibile a garanzia della sopravvivenza della stessa chiocciola.

7) Produzione stimata e guadagni.
A buon rendere!!!!!

allevamento lumache
coltivazioni biologiche
lumaca in gastronomia
AGRITURISMO CORDAS E CANNAS | 82, Via Canestrini - 00134 Roma (RM) - Italia | P.I. 13581601005 | Cell. +39 344 2316216 | info@cordasecannas.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite